------> Alcuni cenni biografici sul percorso artistico di Andrea Benetti

Andrea Benetti, nato nel 1964, da molti anni col favore della critica e del pubblico qualificato esprime le proprie idee e la propria pittura nel complesso mondo dell'arte contemporanea. Oltre ad avere esposto la propria pittura ed arte in generale in luoghi di grande pregio, sono ormai oltre una ventina i musei, le pinacoteche, le istituzioni e le importanti Collezioni nazionali ed internazionali, che hanno acquisito e ne ospitano le opere in permanenza. Anche i critici di arte contemporanea e gli storici dell'arte che hanno scritto sulla sua pittura sono ormai molte decine, al cui interno sono annoverati professori universitari e critici d'arte di primissimo piano. Nel 2006, Andrea Benetti ha ideato e stilato il "Manifesto dell'Arte Neorupestre", successivamente presentato alla 53ma Biennale di Venezia, nel padiglione "Natura e sogni", situato presso l'università Ca' Foscari. A documentare l'importanza dell'evento, sotto l'egida della Biennale d'Arte di Venezia, edito da Umberto Allemandi, è stato pubblicato un catalogo curato da Gregorio Rossi. A luglio 2010, il pittore bolognese è stato invitato ad esporre alla LXI edizione del Premio Michetti, la blasonata rassegna internazionale di arte contemporanea, cheAndrea Benettiè allestita ogni anno, dal 1947 ad oggi, all'interno del Museo Michetti. Nel novembre 2010, la pittura Neorupestre di Andrea Benetti è approdata a Palazzo Taverna (Roma), nella sede degli Archivi Modigliani, accanto alle opere di De Chirico, Modigliani, Andy Warhol, Keith Haring, Mario Schifano, Max Jacobs... in occasione della mostra intitolata “Portraits d'artistes”, presentata alle televisioni ed alla stampa dal professor Vittorio Sgarbi. Nello stesso periodo, a metà novembre 2010, nel Palazzo di Vetro, a New York, nella sede delle Nazioni Unite (O.N.U.) per il progetto “Academic impact”, al quale erano presenti 130 università provenienti da tutto il mondo, per conto della delegazione italiana era donata ed acquisita nella Collezione d'Arte delle Nazioni Unite, un'opera di Andrea Benetti. Nel maggio 2011, Andrea Benetti è stato invitato dal professor Massimo Guastella, docente e ricercatore all'Università del Salento, a tenere un seminario sull'arte Neorupestre agli allievi del corso di laurea di Storia dell'Arte Contemporanea. Inoltre, la mostra di Andrea Benetti che si è tenuta nel settembre 2011 all'interno delle Grotte di Castellana è stata inserita nel programma di ricerca universitaria, con la musica composta ed eseguita live per il progetto da Frank Nemola. Nel marzo 2012, per volere del Presidente della Repubblica e del professor Louis Godart, Consigliere per la conservazione dei Beni Artistici del Quirinale, è stato acquisito un dipinto di Andrea Benetti intitolato “Caccia VII” nella Collezione d'Arte del Quirinale. Allo stesso modo è stata acquisita dal Museion - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Bolzano - un'opera di Andrea Benetti intitolata “Istinto primitivo II”, anch'essa inserita nella Collezione Permanente di arte contemporanea del museo e nell'archivio digitale dei beni artistici dell'Alto Adige.  Il 27 novembre 2012, Benetti ha tenuto una lezione all'università Roma Tre, invitato dal professor Gianfranco Bartalotta, alla facoltà di "Scienze della Formazione" ed il giorno successivo, in Vaticano, veniva donata a Sua Santità Papa Benedetto XVI, dall'Associazione A.N.F.E., l'opera di Andrea Benetti intitolata "Omaggio a Karol Wojtyla", successivamente acquisita nelle Collezioni Vaticane. Il primo marzo 2013 è stata acquisita un'opera di Andrea Benetti intitolata “9 novembre 1989” nella Collezione d'Arte della Camera dei Deputati, a palazzo Montecitorio e, successivamente, anche il MamBo – Museo d'Arte Moderna di Bologna - ha acquisito un'opera di Benetti. Lo stesso si dica per il Ministero di Giustizia e dei Diritti Umani argentino, a Buenos Aires. Nel 2014, per tutto il mese di marzo si è tenuta l'importante mostra all'Università di Bari "Aldo Moro", col "Seminario sull'Arte Neorupestre", tenutosi in aula Magna dell'Università, alla presenza del Magnifico Rettore, il prof. Antonio Uricchio, del professor Donato Coppola, il professor Gregorio Rossi, il professor Nicolò Giovanni Carnimeo. Successivamente, ad aprile, la mostra è stata trasferita ed allestita a Palazzo dei Capitani, ad Ascoli Piceno. Per ambedue le mostre all'inaugurazione c'è stata la performance musicale di Frank Nemola ed in ambo i casi, l'Università di Bari e la Galleria d'Arte Contemporanea "O. Licini" di Ascoli Piceno hanno acquisito le opere del maestro nelle loro collezioni d'arte. Ad aprile 2015 l'importante mostra istituzionale di Andrea Benetti alla Camera dei Deputati, promossa dall'università di Bologna e dall'università di Ferrara e curata dalla prof. Silvia Grandi e dal prof. Marco Peresani, patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali. Nei mesi di giugno e luglio 2015, la mostra "Astrattismo delle origini" a cura del prof. Toti Carpentieri, promossa dal MUST, il Museo storico Città di Lecce, è stata allestita nei saloni del Castello Carlo V ed un'opera è entrata a far parte della Collezione Comunale della città di Lecce. Nel 2016, a gennaio, per il 40° Anniversario di Arte Fiera Benetti ha esposto a Bologna, nel Complesso dell'Ex Ospedale degli Innocenti, la mostra "Signum Crucis", sul tema della Croce, curata dal direttore e dalla vicedirettrice del Museo della Beata Vergine di San Luca. A maggio è stata inaugurata "preHISTORIA CONTEMPORANEA", la mostra allestita all'Università di Ferrara, promossa e curata dal Sistema Museale di Ateneo, che ha fornito dei calchi di incisioni e pitture preistoriche, esposte insieme alle opere di Benetti. Un'opera del pittore bolognese è stata acquisita nella Collezione del Sistema Museale dell'Università di Ferrara. Ad agosto e settembre è stata allestita una l'importante mostra "Omaggio alla Pittura Rupestre" al Museo del Castello di San Giorgio a La Spezia, curata da Marzia Ratti.

>> BIOGRAFIA PER IMMAGINI DI ANDREA BENETTI <<


CLICCA SUI LOGHI PER APRIRE LE PAGINE WEB
La voce Andrea Benetti su Wikipedia la celebre Enciclopedia "On line"
Manifesto dell'Arte Neorupestre presentato alla 53. Biennale di Venezia